LA RISTORAZIONE COLLETTIVA E L’EREDITA’ DI EXPO: COMUNICATO E DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

fotoRoma, 27 novembre 2015 – “Expo si è rivelata una formidabile occasione per l’Italia e un’opportunità per portare al centro del dibattito la nutrizione, il valore e il rispetto per il cibo. Siamo oggi di fronte a una grande responsabilità ma, allo stesso tempo, una grande opportunità: mettere in pratica quanto emerso durante l’Esposizione Universale, in particolare sui temi della lotta e la riduzione degli sprechi e l’educazione alimentare”.

È quanto dichiara Carlo Scarsciotti, Presidente di Oricon, Osservatorio sulla Ristorazione Collettiva e la Nutrizione, inaugurando i lavori del Convegno La ristorazione collettiva e l’eredità di Expo, tra lotta agli sprechi ed educazione alimentare, che si è svolto oggi a Roma.

“Ritengo che la Carta di Milano con il suo incipit: “Noi crediamo che tutti abbiano il diritto di accedere a una quantità sufficiente di cibo sicuro, sano e nutriente” rappresenti il segno distintivo della sfida lanciata da Expo 2015 e contenga in sé tutti i temi che sono stati affrontati oggi con passione e con un approccio coerente”, commenta Andrea Olivero, Vice Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. “Parlare di diritto al cibo, di educazione alimentare, di lotta agli sprechi ha una valenza ancora più forte se questo percorso parte dai bambini poiché i bambini sono veicolo di cultura con un’influenza diretta sulle scelte familiari. “Per tenere viva la riflessione sul cibo e la sua “sacralità”, occorre agire su più fronti: la corretta informazione, la consapevolezza del proprio ruolo per tutti gli operatori della filiera alimentare e un approccio multidisciplinare all’educazione alimentare che leghi il cibo ai valori di comunità e di appartenenza”.

L’incontro è stato l’occasione per presentare  i risultati un’indagine esplorativa condotta dal Centro Studi di Oricon. E’ stato inviato un questionario agli addetti alla distribuzione delle mense scolastiche su quanti e quali piatti rientrano al termine del servizio con del cibo avanzato (sprechi). Nel periodo dal 26 ottobre-6 novembre 2015 sono stati monitorati oltre 64.000 pasti somministrati a 7.000 alunni di una fascia d’età compresa tra i 3 e gli 11 anni.

Nei 10 giorni scolastici monitorati, il 12,6% di ogni pasto cucinato è rimasto nel piatto, divenendo spreco. Entrando nel dettaglio, gli sprechi sono stati pari all’11% nei primi piatti; al 13% nei secondi; al 22% nei contorni; al 9% nei dessert, al 10% nella frutta e, infine, al 10% nel pane. Da un punto di vista economico, sono andati nel bidone dei rifiuti, 0,18 centesimi per pasto (a fronte di un costo medio di 4,6 euro).

“L’indagine esplorativa condotta da Oricon non vuole essere rappresentativa del Paese. Dalla lettura di questi dati, tuttavia, emerge che la ristorazione scolastica non è certo il settore con la più alta percentuale di sprechi alimentari, anche se l’obiettivo comune rimane comunque quello di ridurre quanto più possibile il fenomeno”, commenta Scarsciotti. “Questo è possibile, avviando azioni di sistema che prevedano un coordinamento a livello governativo e che coinvolga tutti gli operatori della filiera. Azioni nelle scuole primarie e secondarie di I grado volte a misurare e analizzare gli sprechi alimentari al fine di rivedere, ove necessario, i menù, unite a percorsi di educazione alimentare specialistici e divulgativi dedicati a studenti, corpo docente famiglie.

Durante il convegno si è inoltre discusso sull’importanza della nutrizione, la qualità e la sicurezza e i corretti comportamenti alimentari, il valore e il rispetto del cibo, il sostegno agli indigenti. A confrontarsi su questi temi, insieme all’Ing. CARLO SCARSCIOTTI, Presidente ORICON e moderati da LUCA TELESE, giornalista e conduttore di Matrix, il Sen. ANDREA OLIVERO, Vice Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali: l’On. MARIA CHIARA GADDA, Commissione Ambiente Camera dei Deputati; la Sen. LEANA PIGNEDOLI, Vice Presidente Commissione Agricoltura Senato, l’On. GIORGIO ZANIN, Commissione Agricoltura Camera dei Deputati, l’On. ELENA CENTEMERO, Responsabile per la Scuola e per l’Università Forza Italia, il dott. GIUSEPPE RUOCCO, Direttore generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del Ministero della Salute, il dott. FELICE ASSENZA, Direttore generale delle politiche internazionali e dell’Unione europea del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il dott. RICCARDO GAROSCI, Presidente del Comitato del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per l’Educazione alimentare; il dott. MARCO LUCCHINI,  Direttore Generale Fondazione Banco Alimentare Onlus; la prof.ssa CLAUDIA MARIA BALZARETTI, Università di Milano e volontaria della FBAO; la prof.ssa VALERIA DEL BALZO , Docente in Scienza dell’Alimentazione presso l’Università Sapienza di Roma; la dott.ssa CAMELIA BUCATARIU e dott.ssa JULIA HEYL, FAO – SAVE FOOD, il dott. ANTONIO GAUDIOSO, Segretario Generale Cittadinanzattiva.

L’intervento di Carlo Scarsciotti

Le dichiarazioni dei Protagonisti


Rispondi